ACQUARIUS RACCONTI LIQUIDI CON PANNA

Racconti, poesie, pensieri, prosodie, ricordi e anche immagini, video, musica. Liquidi come possono essere i sogni, la memoria, lo svolgersi dei pensieri, la realtà che sfugge a definizioni e limiti. Con panna perchè è bello essere golosi. Di tutto.

Montaggio creato Bloggif

Saturday, November 21, 2009



Non ho acceso nessuna luce. Nemmeno spenta.
Per carità nessuna nebbia o cielo incolore
Per una trentina di pagine No! La dolorosa col velo nero,
che piange sofferti momenti trapiantati.
Non ho alzato veli tende su finestre
- Oh no devono essere per forza opache -
E caffè al mattino e vapori di doccia in box insonnia
Ho solo prestato (erano le due di notte)
La mia vecchia tuta di lurex e le scarpe con le zeppe
bellissima
A Renzo Maria
Eh me l’ha chiesta
Non era timido ed era per un concept party
Guadagna anche 100 eur per 4 ore
Balla bene
Ho singhiozzato perché non ci entro più
La tuta è una 42 come le scarpe che mi entrano ancora
Meno male.
Ahi che dolore mi fa
Samba samba la mia vecchia lurex tuta.
Andata.


Norman said...

Samba samba & salsa salsa & rosa marina. E intanto la tuta come la muta (da sub) e la cieca (di Sorrento, del Salento, del Cilento...) Andata! In fondo siamo tutti un po' andati, un po' malandati... ma bastano alcuni versi, per esempio come questi di Rodolfina, a farci tornare in sé in voi in noi marinai di terra e di stelle, col bavero alzato controvento e in favore della prossima notte che verrà, giù dritta a fior di pelle...
Norman Zoia

1 comment:

Norman said...

samba samba & salsa salsa & rosa marina. E intanto la tuta come la muta (da sub) e la cieca (di Sorrento, del Salento, del Cilento...) Andata! In fondo siamo tutti un po' andati, un po' malandati... ma bastano alcuni versi, per esempio come questi di Rodolfina, a farci tornare in sé in voi in noi marinai di terra e di stelle, col bavero alzato controvento e in favore della prossima notte che verrà, giù dritta a fior di pelle...